Povertà linguistica e intellettuale

Da Pop!Tech: la conferenza dell’etnolinguista K. David Harrison sulla scomparsa di alcune lingue e la povertà intellettuale che ne deriva.

Il messaggio non è del tutto fatalistico, come mi aspettavo. Harrison e colleghi stanno lavorando a un progetto per individuare i “punti caldi linguistici”, le aree di maggiore diversità culturale, e studiare le lingue che si stanno estinguendo più rapidamente.

Al Sundance Festival è stato presentato il film The Linguists, un documentario sul lavoro di Harrison & Colleghi e un bell’esempio di come lavorano i linguisti nella pratica. Su YouTube si possono vedere i provini.

Sempre su quest’argomento ci sono anche il sito in inglese e olandese Bedreigde Talen / Endangered Languages di Cecilia Odé dell’Università di Amsterdam (due lezioni interattive per la scuola media superiore) e il libro Language Death di David Crystal, di cui forse (tempo permettendo) scriverò in seguito.

Postato da: IM

0 Responses to “Povertà linguistica e intellettuale”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Visitatori

  • 155,900 visitatori

a

Ongoing Tweets


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: