Pezzettini interessanti

lego01

Da Pop!Tech:

Dal Guardian:

  • The Golden Notebook, il famoso libro di Doris Lessing, è disponibile ora online, con commenti per ogni pagina. Ho sempre evitato le note e i commenti altrui, quando possibile (soprattutto se scritti dal Sapegno), ma The Golden Notebook è in effetti un libro complicato e a mille strati. Le riflessioni di altri lettori non possono che aiutare.

Dal Telegraph:

We’ve all been faced with the ultimate linguistic challenge – an instruction manual for flat-pack furniture or a new television that has been so badly translated into English as to render it unreadable.

Now a survey of British consumers has found that almost half of all shoppers have become so irate with unclear product guides that they have yelled in frustration, while a quarter of Britons have thrown the offending booklet across the room.


Postato da: IM

2 Responses to “Pezzettini interessanti”


  1. 1 Licia 18 novembre 2008 alle 9:45 am

    A proposito di manuali di istruzione e del riferimento a “flat-pack furniture”, non ho presente le istruzioni per montare i mobili dell’IKEA, tantomento in inglese, però ogni volta che sfoglio il catalogo italiano penso che i traduttori siano proprio bravi. Mi piacerebbe sapere come lavorano: se traducono dallo svedese o dall’inglese, se interviene un copywriter ecc. In ogni caso il testo del catalogo italiano “funziona” davvero bene.

  2. 2 Luigi Muzii 18 novembre 2008 alle 11:26 am

    Curioso l’articolo del Telegraph, richiama una polemica di non molto tempo fa avviata, negli Stati Uniti, da alcune associazioni di consumatori che si lamentavano dell’inglese scadente degli operatori dei centri di assistenza, ormai prevalentemente delocalizzati.

    Da qualche anno, infatti, è comune l’abitudine di redigere la documentazione a corredo direttamente in inglese e credo che il problema segnalato non abbia tanto a che fare con i traduttori quanto con i redattori sempre più spesso non di madrelingua inglese.

    Chiunque, del resto, abbia a che fare professionalmente con l’informatica ha l’occasione di imbattersi in articoli dal contenuto molto interessante ma dall’inglese zoppicante firmati, per esempio, da brillanti tecnici indiani.

    L’altro aspetto interessante dell’articolo riguarda il fatto che forse, e sottolineo forse, gli utenti hanno cominciato a leggere i manuali. Uno studio proprio di Micro$oft di qualche anno fa rilevava, del resto, che l’80% delle richieste di assistenza telefonica potevano essere risolte autonomamente dagli stessi utenti semplicemente facendo riferimento alla documentazione.

    Quanto a IKEA, le lagnanze sull’incomprensibilità delle istruzioni di montaggio dei prodotti sono internazionalmente oggetto di irrisione. Bisogna dire, però, che un paio di anni fa IKEA diffuse uno studio (forse ancora reperibile in Rete) sul risparmio conseguito con la scelta di usare solo schemi, diagrammi, disegni, immagini e pittogrammi, non solo, ovviamente, sui costi di traduzione.


Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Visitatori

  • 155,855 visitatori

a

Ongoing Tweets


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: