A man after my own heart

The Independent propone oggi un’intervista (alquanto confusa, ma proprio per questo bella) con Tom Waits.

Q: Tom, you love words and their origins. For $2,000… what is the origin of the word “bedlam”?

A: It’s a contraction of the word “Bethlehem”. It comes from the hospital of Saint Mary of Bethlehem in London. The hospital began admitting mental patients in the late 14th century. In the 16th century, it became a lunatic asylum. The word “bedlam” came to be used for any madhouse – and by extension for any scene of noisy confusion.

Q: What is up with your ears?

A: I have an audio stigmatism whereby I hear things wrong – I have audio illusions. I guess now they say ADD. I have a scrambler in my brain and it takes what is said and turns it into pig Latin and feeds it back to me.

E sempre meraviglioso dal vivo.

Postato da: IM

1 Response to “A man after my own heart”


  1. 1 luigimuzii 13 giugno 2008 alle 9:43 am

    Pensa che non sono mai riuscito a vederlo dal vivo.
    L’ho conosciuto attraverso Jerry Jeff Walker e la cover di The Heart of Saturday Night (quando pensavo che il country fosse l’essenza della musica popolare americana, pensa quanto si può essere stupidi da adolescenti) e Rickie Lee Jones che, ai tempi di Chuck’s in Love, era la sua compagna.
    Grazie al suo personalissimo modo di interpretare un certo jazz ho conosciuto anche una mia passione assoluta, Leon Redbone.
    Resta memorabile, per me, la sua partecipazione a Daunbailò.


Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Visitatori

  • 155,855 visitatori

a

Ongoing Tweets


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: