Le preferenze linguistiche dei nostri vicini di casa

Secondo questo articolo del quotidiano Tribune de Genève, gli svizzeri di lingua francese riescono a malapena a imparare in media 1.7 lingue straniere, mentre gli svizzeri di lingua italiana hanno una media di 2.2 lingue straniere. Le lingue preferite sono il francese e il tedesco; al terzo posto viene l’inglese, considerato lingua utile a livello professionale.

Fra l’altro,

Although the linguistic abilities of the Swiss turn out to be well above a west European average of 1.14 foreign languages spoken, they are not the best, despite an inherent cultural and historical advantage. The Luxembourgeois manage three and the Dutch 2.2.

Secondo uno stub della grande W, in Olanda l’85% delle persone parla inglese più o meno fluentemente:

Internationally, the Dutch are considered to be good at speaking foreign languages. This is because The Netherlands has a high standard of education and an education system which focuses on the international position of the country: English teaching starts in the last 2 years of elementary (or primary) school, and is an obligatory part of the national exam on all high schools. German and/or French are also taught and are often chosen as an end subject in which a final exam is taken in high school. Spanish or Chinese are also chosen by some students as end subjects, on top of the other languages. In higher forms of high school education, Latin and Greek are also taught.

L’85% è il risultato, ovviamente, di un censo e le statistiche, si sa, vanno prese cum grano salis. Il fatto che poi gli olandesi non sappiano parlare o scrivere correttamente nella propria lingua, beh, quella è un’altra storia.

Postato da: IM 

1 Response to “Le preferenze linguistiche dei nostri vicini di casa”


  1. 1 luigimuzii 5 marzo 2008 alle 1:10 pm

    Secondo te c’entra qualcosa la diffidenza, anche linguistica, con cui sono guardati gli italiani?

    E da parte nostra? Se pensiamo alla Svizzera, cosa ci viene in mente? Ho fatto questo giochino qualche giorno fa e a nessuno, me compreso, è venuto in mente, per esempio, che una delle più importanti industrie farmaceutiche mondiali è svizzera.

    Quanto contano, nelle statistiche e, soprattutto in chi le prepara, le proprie “visioni”?


Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Visitatori

  • 155,855 visitatori

a

Ongoing Tweets


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: